Angelo
Torregrossa

Mi chiamo Angelo Torregrossa sono 1990 ,e sin da piccolo,ho cercato di esprimere sempre me stesso e la mia personale visione delle cose in ogni cosa che facevo , sperimentando sempre nuovi stili, tecniche e soggetti diversi al fine di trovare una mia particolare essenza e impronta da dare alla mia arte ; Provengo da un piccolo paesino chiamato "Spino d'Adda" (vicino Lodi) ed all'età di 15 anni mi iscrissi ad una scuola professionale di grafica pubblicitaria di un vicino paese chiamato Crema (CR) dove, attraverso le ore di arte frequentate nell'istituto,mi appasionai in modo passionale all'arte,sperimentando in prima persona le tecniche, i metodi e i soggetti delle varie correnti artistiche affrontate a lezione. Pian Piano stavo maturando una personale concezione dell'arte, dove, i soggetti facevano riferimento alle grandi opere del Rinascimento come fauni,Dei e Veneri il colore era evanescente e leggero dato dalla tecnica del gesso maturata in quei anni ed inspirata ai grandi pittori legati all'affresco come Michelangelo.Un punto di svolta e rivoluzione per me furono le correnti avanguardiste del 900 ,come ad esempio, " l'école de Paris" e "l'espressionismo" dove l' importanza non era più la tecnica o il tratto caratteristico ma bensì , la comunicazione dell' emozioni dell'artista attraverso la propia opera. Attraversai diversi periodi di sperimentazione e ricerca dei miei soggetti e qualità cromatiche, passando dallo studio della composizione e scomposizione del soggetto PERIODO STUDIO CUBISTA (Picasso,Braque ,Modigliani e Bocconi) al cosidetto PERIODO STUDIO DELL'ANIMA DEL COLORE, dove lessi e studiai teorie cromatiche come " lo Spirituale nell' Arte" di Kandjski, il cerchio cromatico di ITTEN,i colori selvaggi dei "Fauves" francesi e tedeschi e il colore quasi mistico di Marc Chagall; Imparai anche diverse tecniche come "il Dripping" e la "Rullopittura" legate agli astrattismi americani degli anni e ne feci una tecnica tutta mia e personale, dove, il colore forte che rappresenta l' anima della persona da me scelta (a seconda del loro carattere e mia impressione personale ) regna sovrano, e il soggetto (che può essere un nudo o un ritratto ) viene valorizzato dai tratti forti e decisi dal pennello a larghe stesure."Se dovrei rappresentarmi con una corrente artistica sceglierei quella dei "Fauves" perchè vorrei che i miei colori e i miei soggetti urlassero all'anima inconscia della gente che li sta ammirando." Angelo

Opere