Dafne
Lopiano

I suoi studi principali sono la Maturità Artistica ed il Diploma di Laurea in Scenografia all’Accademia delle Belle Arti di Roma. Successivamente entra in contatto culturale con l’Ecole Nationale Superieure des Beaux-Arts, Saint-Germain di Parigi e l’E.N.S. d’Arts Visuels de la Cambre di Bruxelles. Per lungo tempo studia l’arte classica, moderna e contemporanea attraverso lunghi viaggi studio svolti in Francia, Belgio, Olanda, Austria, Regno Unito, Grecia, Turchia, Norvegia, Danimarca, Russia. La sua vera formazione artistica, personale e stilistica nasce dalla collaborazione con il famoso scultore contemporaneo Baldo Diodato, di cui è stata l’unica assistente per circa 5 anni. Le sue esposizioni recenti piú interessanti: 2013: Tinte Fresche, RISD Rode Island School of Design di Roma, a cura di Baldo Diodato 2015: 2° Biennale Internazionale d’Arte di Palermo, PalermoArtExpo2015, Complesso Museale Reale Albergo delle Povere, a cura della Serradifalco Editore, Paolo Levi ed inaugurata da Vittorio Sgarbi. 2015: 1°Biennale Internazionale d’Arte di Barcellona, MEAM (Museo Europeo d’Arte Moderna), Barcellona, a cura della Serradifalco Editore. Ospite d'onore Josè Van Roy Dalì, figlio di Salvator Dalì. 2016: Art project “Arte States”, Hollywood (Hollywood Blvd, Los Angeles), New York (38th St. Manhattan, New York City), Washington (Square 806, Washington DC). 2016: Premio Arte Impero 2016: Parigi (Carrousel du Louvre, Museo del Louvre), Vienna (Palazzo Stenberg, sede del Consolato italiano e dell'Istituto italiano di Cultura), Roma (Palazzo Brancaccio, Sala degli Angeli e Sala degli Arazzi). A cura di Paolo Levi 2018: Biennale internazionale delle Fiandre, Bruges, Oud Sint Jan, Xpo Center Bruges, Belgio. 2019: RomArt, Biennale Internazionale di Arte e Cultura, Palazzo Velli Expo e Stadio di Domiziano (Museo Archeolico), Roma 2020: Artisti in Contemporanea, Palazzo del Bargello, Gubbio, a cura dell´ Associazione Culturale La Medusa, con il patrocinio del Comune di Gubbio 2020: Artista a New York, White Space Chelsea Gallery, 555 West 25th Street, New York, NYC Dice di lei il noto critico/scrittore Josè Van Roy Dalì, figlio del famoso artista Salvator Dalì: “Ordine e compostezza di forma parlano all’istinto del fruitore nll’operato artistico di Dafne Lopiano. L’artista con una coloristica abile e dinamica descrive i suoi paesaggi con disinvoltura e bravura. La sua esperienza è frutto di una grande ricerca stilistica ed espressiva. Lo si evince dal segno che si sposa perfettamente con la cromia, con la luce e con l’ombra che alterano in una danza di grande impatto emotivo. Gli sguardi, i gesti, le movenze dei suoi personaggi dimostrano che l’arte, ancora una volta, riesce a penetrare nell’animo umano e a rendere tangibili le pulsioni e le visioni. Soprattutto a descriverne la complessità e a trasformare questa in metafore visive di fortissimo impatto fruitivo e certamente baluardi del progetto pittorico. Così Dafne Lopiano ci racconta un po’ di sé, della sua grande passione per l’arte e l’amore per la vita, dialogando con l’osservatore attraverso enigmatiche composizioni”. (Testo tratto dal libro “Artista nella Storia” di Josè Van Roy Dalì, EA Serradifalco Editore)

Opere


¨Shoot only water¨ - 2011 Tecnica : PVC telato, glitters, plastiche bruciate, smalti ad olio, componenti dorati ed argentati, tessere di mosaico, spugne colorate, alluminio lavorato, colori acrilici, resina industriale. Altezza: 0.80 cm - Larghezza: 0.60 cm>