Delfina
Todisco

Nasce in Puglia, a Ceglie Messapica . Dopo aver partecipato nel 1996 ad un corso per fotoamatori ed essere entrata per la prima volta in una camera oscura , capì che il mestiere della fotografia faceva per lei. Nel 2003 si trasferisce a Roma e frequenta il 1°Master presso Scuola Romana di Fotografia. Dal 2004 al 2006 frequenta il 2°e 3° Master in fotografia presso Outsideschool. Sempre in questi anni frequenta diversi workshop in Italia e all'estero, e fonda l'associazione culturale "Libero Accesso", e nel ruolo di direttore artistico organizza CF, festival di arti visive a Ceglie Messapica, per quattro edizioni. Dal 2006 al 2008 lavora come assistente presso lo studio della fotografa Elisabetta Catalano. Comincia a scrivere il suo diario per immagini nel 2005. L'autoritratto è il cuore del suo lavoro. Attualmente continua la sua ricerca in camera oscura, e continua a preferire la pellicola. Vive e lavora tra Roma e Ceglie Messapica

Opere


>Ho immaginato di aver trovato in un mercatino, una fotografia della ragazza con gli occhi azzurri che il maestro dipinse nel 1918. Mi è venuto in mente perché la ragazza fotografata da me mi ha ricordato moltissimo quel quadro. Ho preferito una fotografia in bianco e nero perché desideravo fosse un vecchio ricordo, che è il mio omaggio a Modì Tecnica: Fotografia digitale, lavorata in scala di grigio.