Enrica
Toffoli

Ho sempre amato disegnare. Lo trovo un modo semplice e diretto per comunicare. La mia pittura si fonda essenzialmente sull'essere umano, sulle emozioni e sul senso dell'esistenza. Ho sempre pensato che in tutte le cose fosse necessario partire dal visibile per riuscire ad esaminare ogni particolare. Il mio stile è figurativo. I soggetti sono principalmente i volti in grado di comunicare con lo sguardo emozioni profonde. Principalmente lavoro su tela e legno, non disdegnando anche altri supporti (come vetro o plexiglass). Con la matita, il carboncino o i gessetti realizzo un iniziale bozzetto. Do molta importanza a questa prima fase, mi aiuta ad impostare il lavoro e a svolgere tutti i miei ragionamenti su che tonalità utilizzare. I dipinti possono essere "colorati" o in "bianco e nero". Utilizzo solo i colori acrilici, materiale che con gli anni ho imparato a fare mio creando una tecnica che vede la realizzazione dell'opera mediante piccole pennellate sovrapposte, quasi mescolate direttamente sull'elaborato. Grandissima rilevanza a la luce, che si alterna al gioco chiaroscurale e che aiuta a rendere "vive" tutte le mie opere. Il mio studio è situato a Calalzo di Cadore in provincia di Belluno, un paese di montagna immerso tra il verde dei boschi e l’azzurro del cielo. Ho partecipato a varie mostre nazionali ed internazionali. Mie notizie più approfondite si possono trovare su : www.enricatoffoli.it Pagina Facebook : https://www.facebook.com/enricatoffoli10

Opere


Titolo opera : “Il Vestito Rosso, omaggio ad Amedeo Modigliani” Anno esecuzione : novembre 2020 Tecnica : acrilico Supporto : legno Misure : cm 75x50 “Abbi il culto sacro per tutto ciò che può esaltare ed eccitare la tua intelligenza al suo massimo potere creativo” Amedeo Modigliani L’immagine che ho creato, si basa su un disegno limpido e continuo che con semplicità e chiarezza costruisce le forme trasformandole, attraverso una ricercata sintesi, in qualcosa di ideale. Nella composizione il collo lungo e flessuoso, si protrae verso l’alto girandosi leggermente per portare in luce il profilo del volto, dai tratti minuti e sottili. Un vistoso copricapo ricopre la testa; i capelli sono raccolti dietro la nuca.Gli occhi guardano in basso, sono di colore blu, le pupille si intravedono appena. Il blu, un colore che si discosta totalmente dalle tonalità dell’opera e vuole alludere a uno sguardo interiore e profondo del personaggio. Le guance della donna sono di un colore rosso che sembra riprendere quello del vestito. La carnagione chiara del viso e delle mani, crea un netto distacco con l’abito e lo sfondo scuri, dando vita ad un gioco chiaroscurale che trascende grazia e sentimento. Ho sempre “visto” le creazioni di Modigliani come opere che in punta di piedi entrano nella vita di tutti i giorni con la loro “semplice eleganza”. Senza far rumore, quasi lasciando solo il profumo del loro passaggio.