Mario
Devcic

Uno scultore nato e cresciuto in Croazia durante i più grandi tumulti nei Balcani ha riversato il suo stato d'animo nelle sue sculture come unica via di fuga da una realtà terrificante e dalle conseguenze della guerra. Intessute di materiali primordiali, come il legno e l'argilla, in combinazione con materiali moderni come il metallo e la plastica, le sculture esprimono impulsi, paure e desideri grezzi e di base. Creati in una tecnica mista, ricordano al pubblico, e all'autore stesso, che la vita consiste di molti eventi e sentimenti che creano la totalità e l'esperienza di un individuo allo stesso tempo. I materiali moderni descrivono un uomo moderno che è al suo centro, purtroppo, è rimasto invariato fin dagli inizi. La bocca aperta in quasi ogni pezzo parla di fame, anche se non quella fisica.

Opere


Jeanne Hébuterne- omaggio a Modigliani. La scultura è realizzata in tecnica mista.